Lo scontro legale tra Apple e Qualcomm potrebbe risolversi con un accordo esterno ai tribunali. La notizia arriva direttamente dal CEO di Qualcomm.Apple e Qualcomm sono impegnate in una battaglia legale ormai dall’inizio dell’anno, ma il CEO della seconda Steve Mollekopf ha nelle ultime ore rivelato a Fortune che un accordo al di fuori delle aule di tribunale non è una opzione da scartare.

«Non c’è nulla di nuovo in corso», ha dichiarato Mollenkopf alla conferenza Brainstorm Tech di Aspen. Per quanto riguarda la disputa legale, ha spiegato che «queste cose tendono a risolversi al di fuori delle aule di tribunale e non c’è alcun motivo per cui non dovrebbe essere questo il caso».

Il CEO di Qualcomm ha confermato che non ci sono particolari novità circa un accordo e che nulla di nuovo è accaduto di recente: «Non ho alcun annuncio da fare o altro, quindi per piacere non fate altre domande». Le ultime dichiarazioni lasciano pensare che Qualcomm sia ancora aperta ad un accordo, ma non sappiamo quando e se verrà raggiunto. In caso di un mancato punto d’incontro, lo scontro legale tra le due aziende tech potrebbe durare diversi anni.

La disputa, ricordiamo, è nata quando Apple si è rifiutata di versare alcune royalty. Queste sono state ritenute ingiuste, poiché avrebbero rappresentato un doppio compenso per Qualcomm. Quest’ultima, di tutta risposta, ha chiesto di interrompere le vendite degli iPhone sul territorio statunitense.

Please follow and like us: