Un report pubblicato dal Wall Street Journal ci dice che Apple in India non solo deve combattere il governo indiano per le varie concessioni e con la difficile situazione finanziaria del popolo, ma anche con una massiccia presenza di Samsung.

Secondo il WSJ, Apple deve lottare duramente per mantenere l’attuale quota di mercato del 3% in India, soprattutto per la concorrenza sempre più aggressiva di Samsung. L’azienda sudcoreana, infatti, ha previsto massicci investimenti per aumentare la sua presenza in India, con smartphone di fascia medio-bassa. Inoltre, in India vanno per la maggiore gli smartphone cinesi di marchi come Oppo e Vivo, in grado di offrire ottime soluzioni a prezzi contenuti. Chiaro, se si inizia a parlare di margini di profitto allora il discorso cambia, visto che il 75% dei telefoni venduti in India costano meno di 250 dollari.

Per questo motivo, Apple sta prendendo in considerazione l’ipotesi di aprire nuovi Apple Store soltanto nei quartieri più popolati da ricchi indiani e dai turisti, visto che nel resto del paese è praticamente impossibile far spendere 800$ per un telefono cellulare. L’unica alternativa potrebbe essere quella di vendere iPhone ricondizionati, ma il governo indiano continua a vietare questa ipotesi. La situazione potrebbe cambiare con l’arrivo dei primi iPhone SE prodotti da Apple in India, la cui disponibilità è attesa nelle prossime settimane.

Please follow and like us: