iOS 11 introduce un nuovo formato per le foto scattate con iPhone. Si chiama HEIF e sostituisce il classico JPEG. Probabilmente nel giro di qualche anno, l’HEIF rimpiazzerà completamente il JPEG perchè l’iPhone è la fotocamera più utilizzata al mondo e quindi facilmente assisteremo ad un passaggio globale verso questo nuovo formato di file.Ma perché scegliere HEIF e perchè è migliore del JPEG?
HEIF sta per High Efficiency Image File ed è l’equivalente (in immagine) dell’HVEC (anche detto H.265) per i video. Il vantaggio più grande di questo formato sta nel fatto che riesce a salvare un’immagine occupando metà dello spazio rispetto al formato JPEG, mostrando contemporaneamente una qualità maggiore della foto.

Questo significa che riusciremo a salvare il doppio delle foto nel nostro iPhone prima di occupare l’intera memoria. Se uno dei maggiori problemi consiste nel peso delle applicazioni che continua a crescere, l’altra metà della memoria è occupata da foto e video e questo nuovo formato aiuterà ad occupare meno spazio, assicurando anche un rendimento migliore a livello qualitativo.

Come avviene tutto questo?

Sostanzialmente possiamo dire che la compressione delle immagini è migliorata molto dal 1992, data in cui è nato il formato JPEG. Anche i computer moderni sono diventati più potenti e questo gli permette di comprimere un file in modi molto più sofisticati e complessi in maniera quasi istantanea.

I più recenti dispositivi Apple avranno la funzione HVEC e HEIF supportata direttamente dall’hardware e questo significa che le immagini scattate dalla fotocamera verranno codificate e decodificate immediatamente, senza stressare il sistema o la batteria.

Il formato HEIF offre anche altri vantaggi rispetto al JPEG. Quest’ultimo infatti, può essere utilizzato soltanto per singole immagini completamente statiche, HEIF invece, può essere utilizzato anche per una sequenza di immagini. Questo aspetto rende il formato perfetto per le Live Photos e potenzialmente potrebbe anche rimpiazzare le GIF. L’HEIF supporta anche la trasparenza e colori fino a 16-bit, il doppio rispetto agli 8-bit delle JPEG.

Questo significa che riuscirà a riprodurre perfettamente tutti i 10-bit di colori catturati dalla fotocamera e noteremo miglioramenti soprattutto quando scattiamo foto al cielo con tantissime sfumature diverse di blu diverse e l’assenza di pixel sovraesposti tendenti al viola o al verde (come si nota dall’immagine qui sotto guardando attentamente il cielo accanto all’orecchio i capelli e la barba di questo ragazzo).

Le immagini in formato HEIF sono anche perfette per l’editing. Infatti, è possibile ruotare e tagliare una foto senza alterarla e ridurne la qualità ma anche senza perdere l’immagine originale o risalvarla. Questo permetterà di ri-modificare l’immagine anche in futuro.

Compatibilità del formato

Al momento il formato JPEG domina su qualsiasi piattaforma. Di conseguenza, per fare in modo che le foto scattate da iOS 11 possano effettivamente essere visualizzate su altri dispositivi, il sistema esegue una coversione istantanea da HEIF a JPEG quando vengono esportate. Naturalmente questo avviene soltanto quando l’immagine viene inviata a dispositivi con una versione precedente di iOS, a dispositivi Android oppure a computer con sistema operativo precedente ad High Sierra.

Anche quando volete modificare una foto scattata con iPhone su iOS 11 utilizzando un’applicazione scaricata da App Store che non supporta ancora il formato HEIF allora verrà effettuata una conversione istantanea a JPEG. L’utente chiaramente non si accorgerà di nulla perchè il tutto avviene “dietro le quinte”.
La diffusione di iOS 11 e di tutte le versioni successive nonchè delle foto scattate con iPhone che rappresenta sempre la fotocamera più utilizzata per scattare foto, potrebbe portare questa “evoluzione” anche su tutti gli altri sistemi e sui computer, rendendo addirittura l’HEIF il nuovo standard per le immagini nel giro di qualche anno.

Le foto pesano di meno e contemporaneamente hanno una qualità maggiore. Anche il caricamento nella Libreria Foto iCloud risulterà molto più veloce dato che l’immagine pesa la metà e riuscirete ad archiviarne molte di più senza dover fare l’upgrade ad un piano che prevede più GB di storage.

Il formato HEIF non è stato inventato da Apple, così come non ha creato il JPEG. Quest’ultimo è uno standard da 25 anni, l’altro potrebbe diventarlo in futuro grazie alle sue proprietà ed una tecnologia di compressione decisamente più moderna e complessa.

Please follow and like us: