Quest’anno gli iPhone previsti in autunno avranno sicuramente il processore Apple A11. Questo è stato fabbricato direttamente da TSMC con la tecnica costruttiva a 10 nanometri. Per il prossimo anno però non sappiamo ancora chi sarà il principale fornitore per i chip a 7 nanometri.Nelle scorse settimane Samsung ha incrementato i propri sforzi per poter ottenere una tecnica costruttiva a 7 nanometri sicura ed efficiente. Il loro obiettivo è aggiudicarsi parte della produzione dei chip Apple A12, previsti per il prossimo anno. Probabilmente proprio per questo motivo TSMC è dovuta passare al contrattacco. Ricordiamo infatti che TSMC era l’unico produttore per i chip A10 degli attuali iPhone 7. Se il prossimo anno dovrà condividere la produzione con Samsung, perderebbe sicuramente una buona fetta dei propri guadagni. Per questo motivo anche l’azienda taiwanese si è mossa per definire al meglio la propria tecnologia costruttiva a 7 nanometri.

Il passaggio da 10 nm a 7 nm (il cosiddetto scaling) porterà sicuramente dei vantaggi in termini di prestazioni e consumo di potenza. TSMC sta già studiando anche la tecnica costruttiva a 3 nanometri, che probabilmente vedrà luce nel 2019.

Please follow and like us: