Con la data di presentazione del nuovo iPhone che si fa sempre più vicina, in rete emergono nuovi dettagli sul sensore 3D che sarà probabilmente integrato sulla fotocamera per attivare funzioni di realtà aumentata e di riconoscimento del volto.Secondo le ultime indiscrezioni, saranno le aziende Finisar e Lumentum a produrre i moduli di rilevamento 3D che saranno utilizzati su iPhone 8; Broadcom, invece, si occuperà dei componenti per la ricarica senza fili.

Nel modulo 3D potrebbe essere integrata una tecnologia laser con emettitori di superficie verticali VCSEL in grado di arricchire l’esperienza di realtà aumentata su iPhone 8. Apple, infatti, punta tantissimo sulla tecnologia di realtà aumentata, come dimostrato dal rilascio dell’ARKit agli sviluppatori.

Apple sarebbe intenzionata a utilizzare un laser VCSEL frontale rivolto verso l’alto e un laser VCSEL di fascia alta da inserire sulla fotocamera posteriore, il che significa che la realtà aumentata potrà essere usata da entrambe le fotocamere. Chiaramente, la doppia fotocamera posteriore, con le due lenti leggermente più distanziate rispetto a quanto visto su iPhone 7, potrebbe contribuire ad offrire una migliore esperienza di AR. Sulla fotocamera anteriore, invece, verrà utilizzata anche la tecnologia per il riconoscimento del volto, che sarà sfruttata per sbloccare l’iPhone quando viene riconosciuto il legittimo proprietario.

Il costo di questi componenti viene definito molto alto, per questo il prezzo dell’iPhone 8 potrebbe davvero toccare i 1.000$.

Please follow and like us: