Con iOS 10.3 è arrivata una nuova funzionalità capace di aiutarci ad individuare le applicazioni a 32-bit installate sul nostro device in modo da capire se sono indispensabili o se possono essere sostituite con app più performanti.Le app a 32-bit su iPhone possono sicuramente portare a rallentamenti e cali di performance. Apple ha più volte invitato gli sviluppatori ad aggiornare le applicazioni ma spesso tante app non vengono più aggiornate da anni. Ecco perchè in iOS 10.3, Apple ha deciso di rendere disponibile una sezione all’interno delle impostazioni che ci aiuta a capire quali sono le applicazioni a 32-bit che non vengono aggiornate e supportate in modo da farci avere un’idea su cosa dovremo sostituire per regalare al nostro device app pienamente supportate.

E’ chiaro che nel caso in cui ci siano app uniche nel loro genere che non vengono aggiornate, sostituirle non sarà possibile ma dare un’occhiata all’elenco sicuramente può aiutare.

Per raggiungere questa sezione, all’interno delle impostazioni di iOS, è necessario aprire la sezione “Generali”, poi aprire la sezione “Info” e poi toccare “Applicazioni”. Se la voce in questione include una freccia e può quindi essere aperta allora avremo accesso a tutte le app a 32-bit mentre se la voce dovesse indicare solo il numero delle app installate significherà che non ci sono app a 32-bit da ottimizzare.

Apple comunque ha intenzione di chiudere il supporto alle app a 32-bit in futuri aggiornamenti di iOS, così come specificato dai nuovi messaggi di avviso presenti in iOS 10.3. La versione critica che quindi non permetterà più ai software a 32-bit di funzionare potrebbe essere, stando agli ultimi segnali, iOS 10.3.2 che proprio ieri è stata rilasciata in beta per gli sviluppatori.

Chiaramente non è compito di Apple assicurare la piena compatibilità di ogni app che non viene aggiornata sui futuri aggiornamenti di sistema e hardware dei suoi prodotti. E’ compito degli sviluppatori tenersi aggiornati e modificare le proprie applicazioni di conseguenza. Se ci sono applicazioni chiave, di vitale importanza, che dovete necessariamente usare e sono a 32-bit, forse è il caso di valutare se eseguire o meno i futuri aggiornamenti o addirittura valutare se usarle su un dispositivo con una versione di iOS precedente capace di supportarle al meglio.

Please follow and like us: