Negli Stati Uniti, Apple dovrà affrontare una nuova class action presentata da diversi utenti che lamentano l’impossibilità di utilizzare FaceTime su iPhone 4 e iPhone 4s.Secondo i querelanti, Apple ha intenzionalmente bloccato FaceTime su iOS 6 per impedire agli utenti che hanno iPhone più datati di utilizzare le videochiamate. Il giudice Lucy Koh ha accolto la richiesta e ora la class action potrà andare avanti.

Gli utenti che hanno presentato la denuncia sono (o erano) tutti possessori di iPhone 4 o 4s e si sono ritrovati nell’impossibilità di utilizzare FaceTime sui loro dispositivi, visto che Apple ha bloccato questa funzione su iOS 6. Il giudice ha ritenuto che i querelanti possono proseguire con la class action a livello nazionale, visto che Apple ha “intenzionalmente spento FaceTime per risparmiare denaro di routing per le chiamate ai server della Akamai Tech”. Inoltre, per il giudice Koh, questa limitazione ha di fatto diminuito il valore degli iPhone 4 e iPhone 4s: “FaceTime è una funzione degli iPhone, come comunicato più volte dalla stessa Apple. Se un iPhone non ha limiti hardware, FaceTime deve funzionare correttamente“.

Please follow and like us: