Apple ha presentato il nuovo attesissimo iPhone X, che festeggia il decimo anniversario dello smartphone. Il colosso di Cupertino ha deciso a questo giro di mettere da parte il Touch ID e di implementare al suo posto il sistema Face ID.Come detto, il Face ID prende il posto del Touch ID. “Cosa c’è di più naturale di un tocco? Soltanto uno sguardo”, questo è quello che si legge sul sito di Apple. L’azienda ha dunque optato per questo sistema di sblocco, ritenuto più sicuro e comodo rispetto a quello in grado di leggere le impronte digitali.

Come funziona

Alla base del Face ID vi è il sistema fotografico TrueDepth, che unisce tecnologie innovative che lavorano in sincronia e in tempo reale. Il sistema crea una mappa di profondità del volto dell’utente proprietario dello smartphone, utile per un riconoscimento rapido e sicuro.

Face ID

Proiettori di punti: più di 30.000 punti invisibili proiettati sul volto dell’utente generano una mappa unica e accurata dei lineamenti.

Fotocamera a infrarossi: una fotocamera a infrarossi legge la mappa dei punti, acquisisce l’immagine e invia i dati al Secure Enclave del chip A11 Bionic, per confermare la corrispondenza.

Illuminatore flood: la luce a infrarossi, invisibile, aiuta ad identificare i volti anche al buio.

Quanto è sicuro il Face ID?

Con il Face ID, iPhone X si sblocco solo quando l’utente proprietario lo guarda. Il sistema è progettato per garantire la massima sicurezza, ed è dunque in grado di distinguere il volto del proprietario da una foto o una maschera. In aggiunta, l’autenticazione non avviene sul cloud, ma all’istante sul dispositivo.

Funziona sempre?

Il nuovo chip A11 Bionic gioca un ruolo fondamentale per il Face ID. Il processore è infatti in grado di apprendere, in automatico, i cambiamenti nell’aspetto. L’utente proprietario può dunque anche indossare occhiali, un cappello o altro: l’iPhone X lo riconoscerà sempre.

Please follow and like us: