Apple sembra intenzionata ad anticipare i tempi di produzione di iPhone 8, aumentando gli ordini ad Intel per la fornitura del chip modem di nuova generazione per i prossimi iPhone.E’ risaputo che Apple preferisca avere almeno due fornitori per ogni componente che costituisce i suoi iPhone. Una scelta che permette di evitare sovraccarichi ad un’unica azienda e possibili colli di bottiglia in fase di produzione.

Qualcomm è stata per diversi anni l’unica azienda fornitrice dei chip modem/LTE di iPhone ma, l’ampliamento dei fornitori potrebbe non essere solo una mossa di sicurezza da parte di Apple.

Fino ad ora, secondo Digitimes, circa il 30% degli iPhone 7 e iPhone 7 Plus in commercio integrano il chip modem di Intel.

Ma secondo le stime, Intel fornirà il componente interno per il 50% degli iPhone 8, iPhone 7s e iPhone 7s Plus di quest’anno fino al 70% per il prossimo anno.

Una mossa che potrebbe essere vista come uno sgambetto a Qualcomm in virtù del conflitto legale che le due aziende stanno affrontando.

Sempre secondo Digitimes il passaggio da Qualcomm ad Intel dimostra la mancanza di volontà delle due aziende nel voler raggiungere un accordo.

In ogni caso Apple ha bisogno dei chip modem per i suoi dispositivi e potrebbe aver anticipato un possibile sgarbo di Qualcomm, scegliendo il fornitore alternativo con il prodotto migliore sul mercato.

Please follow and like us: